Informazioni Utili

Le Ricette Poiatti

Nidi Stretti al nero di seppia

Ricetta

Ingredienti:

  • 320 g Nidi stretti n.73
  • 700 g Seppie da pulire, con la sacca del nero
  • 1 spicchio Aglio
  • 40 g Olio extravergine d’oliva
  • 80 g Vino bianco
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Prezzemolo tritato q.b

Preparazione:

Pulite ciascuna seppia, per prima cosa praticate un piccolo e leggero taglio sul dorso per estrarre l’osso della seppia. Apritela a metà, quindi staccate delicatamente la sacca contenente il nero di seppia e tenetela da parte in una ciotolina coprendola con un tovagliolo inumidito in modo da non farla asciugare. Proseguite allo stesso modo per le altre.
Dividete poi la testa dal resto del corpo, spellatela e tagliate via gli occhi assieme al dente centrale, tenendo invece la parte dei tentacoli. Prima di pulire l’ultima seppia ponete sul fuoco una pentola colma d’acqua salata e dal bordo alto, che servirà per la cottura della pasta. Sciacquate tutte le seppie così pulite sotto l’acqua corrente e tagliatele a listarelle, lasciando intera la parte dei tentacoli.

Cuocete la pasta. In una padella capiente scaldate l’olio di oliva con uno spicchio di aglio sbucciato, poi non appena l’aglio sarà dorato, toglietelo e versate le seppie, mescolate e fate rosolare per 5 minuti, poi sfumate con il vino bianco e lasciate evaporare completamente per un paio di minuti. Aggiungete un pizzico di sale, poi versate le sacche di inchiostro in padella
con l’aiuto di un cucchiaio rompete le sacche, facendo pressione con il dorso. Mescolate per insaporire le seppie. Nel frattempo la pasta sarà giunta a cottura, scolatela direttamente nella padella con le seppie, quindi aromatizzate con il prezzemolo fresco tritato, mescolate un’ultima volta e servite subito in tavola.

Le Ricette Poiatti

Ricetta

Nidi Stretti al nero di seppia

Informazioni Utili

Ingredienti:

  • 320 g Nidi stretti n.73
  • 700 g Seppie da pulire, con la sacca del nero
  • 1 spicchio Aglio
  • 40 g Olio extravergine d’oliva
  • 80 g Vino bianco
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Prezzemolo tritato q.b

Preparazione:

Pulite ciascuna seppia, per prima cosa praticate un piccolo e leggero taglio sul dorso per estrarre l’osso della seppia. Apritela a metà, quindi staccate delicatamente la sacca contenente il nero di seppia e tenetela da parte in una ciotolina coprendola con un tovagliolo inumidito in modo da non farla asciugare. Proseguite allo stesso modo per le altre.
Dividete poi la testa dal resto del corpo, spellatela e tagliate via gli occhi assieme al dente centrale, tenendo invece la parte dei tentacoli. Prima di pulire l’ultima seppia ponete sul fuoco una pentola colma d’acqua salata e dal bordo alto, che servirà per la cottura della pasta. Sciacquate tutte le seppie così pulite sotto l’acqua corrente e tagliatele a listarelle, lasciando intera la parte dei tentacoli.

Cuocete la pasta. In una padella capiente scaldate l’olio di oliva con uno spicchio di aglio sbucciato, poi non appena l’aglio sarà dorato, toglietelo e versate le seppie, mescolate e fate rosolare per 5 minuti, poi sfumate con il vino bianco e lasciate evaporare completamente per un paio di minuti. Aggiungete un pizzico di sale, poi versate le sacche di inchiostro in padella
con l’aiuto di un cucchiaio rompete le sacche, facendo pressione con il dorso. Mescolate per insaporire le seppie. Nel frattempo la pasta sarà giunta a cottura, scolatela direttamente nella padella con le seppie, quindi aromatizzate con il prezzemolo fresco tritato, mescolate un’ultima volta e servite subito in tavola.

Click to Hide Advanced Floating Content

Linee

Formati

Linee

Formati